Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.

Corso Guida Sicura Su Strada GSSS "Special" By Curve&Tornanti

Quindi riassumendo…l’anno scorso ti sei regalato un corso di guida sicura. Magari dopo infinite ricerche web hai scelto uno di quelli che dicono essere tra i migliori su strada, ovvero il GSSS, quello storico, quello fatto sulle strade dell’appennino Tosco –Emiliano; quello organizzato dal MotoClub Curve&Tornanti!

Bene, lo hai fatto, e adesso ti senti “imparato” perché è vero, perché il corso è completo, perché hai appreso tecniche di guida sicuramente nuove. Sei soddisfatto dei tuoi progressi e di come te li hanno insegnati.

Anzi scommetto anche che hai appeso da qualche parte in casa o in ufficio (ma ben visibile mi raccomando!) l’attestato con il giudizio e il punteggio finale. Bene, bravo…bis.  Ma si sa, l’appetito vien mangiando e magari da qualche mese hai “fame” di qualcosa di più, magari di un corso che ne so…che potremmo definire di specializzazione….beh sai cosa ti dico?? C’è e si chiama GSSS Special! E noi naturalmente lo abbiamo #provatodavvero. E lo abbiamo fatto sicuramente per dovere di cronaca, ma anche per piacere ed apprendimento personale; ecco dovendo dare delle percentuali la seconda vince per l’80% sul dovere di cronaca. Diversa la location, strade sempre spettacolari (anzi con l’inserimento di due passi mitici) e la professionalità immutata degli istruttori federali della scuola GSSS.



Posso già prevedere l’eventuale domanda… <beh ma cosa c’è ancora da imparare?>, posso rispondere con un semplice “tanto”, ma amplio la risposta al concetto di migliorare, di specializzare appunto quanto già appreso nel corso (o nei corsi) precedenti. Quest’ultimo concetto è importante. Non ci si può inscrivere al corso “special” se non si è sostenuto almeno un corso “classic” e lo si è superato con un punteggio che potremmo definire “importante”, comunque di fascia alta. Insomma ci si arriva per merito conquistato sul campo,  ogni altra via è preclusa.

E se proprio devo dirlo se al Classic 1 hai preso un punteggio appena appena sufficiente per iscriverti allo “special” beh forse è meglio che ti fai magari un classic 2 prima della specializzazione; infatti (è una considerazione non una critica) almeno 2 dei nostri compagni di corso a mio modesto parere non erano ancora a livello di special…e sapete qual è la cosa bella? Che anche loro alla fine dell’ultima giornata di corso, procedevano ben più spediti e sicuri del giorno 1, segno che il corso funziona (senza dubbio) e che il livello dei partecipanti è più omogeneo (o con perizia degli istruttori lo si rende tale).  Altra teoria confermata dal fatto che nel percorso di rientro del sabato mattina, finalmente baciato dal sole il gruppone compatto, con i tre istruttori viaggia su un passo che potremmo definire (questa volta si) equilibrato ed omogeneo per tutti. E se mi è concesso un parere personale, i corsi GSSS li reputo a prescindere special(i) perché si fanno su strada che è la miglior palestra per il motociclista comune e perché li fai guidando su strade stupende, sia dal punto di vista del paesaggio che del tracciato. Non dimentichiamo poi un concetto che personalmente reputo fondamentale...TUTTI gli istruttori della scuola sono istruttori federali IGSS-FMI e seguono uno corso di formazione abbastanza selettivo.

Nello specifico credo che conoscerai, almeno per sentito dire i passi di “Bocca Trabaria” e “Bocca Seriola” no? Bene, sono parte integrante e fondamentale della 3 giorni di corso, e si percorreranno anche più volte.  Solo questi valici mitici valgono il prezzo del biglietto. Fidati. Lo schema è quello collaudato, partecipanti divisi in tre gruppi e tre istruttori che seguono i gruppi a rotazione. Lezioni in aula, e tanto esercizio su strada, senza dimenticare, semmai ti venisse il dubbio, il buon cibo e il clima davvero amichevole e “passionale”. 


- Filmato GSSS Special Day 1-

Nozioni tecniche sulla dinamica della moto, si alternano alla teoria della posizione in sella, messa in pratica poi su strada; con il corpo del pilota che deve diventare “timone” della moto e non semplice peso trasportato da quest’ultima.  Lo scopo dello Special è molto focalizzato sulla moto sia come caratteristiche di guida dei diversi “propulsori” (monocilindrico, bi, tri ecc) sia sulla “tua”moto per aiutarti a capire se quella che cavalche è davvero la calcatura ideale per te, o se al contrario hai scelto una moto che ti complica la vita al posto che farti divertire. A costo di essere ripetitivo evidenzio che anche queste nozioni vengono comunicate al corso in maniera ben più approfondita che non nei corsi precedenti. 

Traiettorie, entrata in curva, corda, uscita, tutto viene ripetuto fino a raggiungere alti livelli di capacità e dimestichezza di eseguire queste manovre divertendosi ma in assoluta sicurezza. Già il divertimento. Ci credi mi sono sentito dire (non è una bugia giuro!) che se guidi in sicurezza vai troppo “piano” e quindi non ti diverti.  Questa entra nella mia top ten delle “tavanate galattiche”. Anzi frequentando questo corso ti rendi conto che più padroneggi la tua moto, mettendo in pratica quanto ti viene insegnato, più il livello di sicurezza si alza e più ti diverti…perché sei più sereno, meno teso.

E non è necessario tirare la staccata o entrare in curva col posteriore che saltella; quello fatelo pure in pista, in strada è un'altra storia. E lo capisci quando, sul un tornante in discesa cieco per l’80% della percorrenza, dall’altra parte ti trovi un bilico carico di legna…e tu sei tranquillo, perché sai cosa stai facendo e come stai guidando. Certo le nozioni trasmesse in 3 giorni di corso sono tante.


- Filmato GSSS Special Day 2 - 

Spostamento del corpo, freno posteriore, sguardo oltre la curva..insomma un bel mucchio di concetti da mettere insieme; un po’ come una lingua straniera (l’ho già detto? Sono ripetitivo? Va beh) per imparare la ti devi applicare e la devi usare anche quando l’insegnante non c’è. E a proposito di insegnanti, abbiamo avuto la fortuna di avere nel nostro corso Carlo Cianferoni,  uno dei due padri fondatori del Motoclub Curve&Tornanti e del metodo GSSS. Se non bastasse la sua esperienza “sul campo” sentirlo parlare di moto e di passione è puro piacere.

Un concetto espresso dal “boss” mi è rimasto particolarmente impresso… <<i corsi di guida sicura posso contribuire in maniera determinante al calo delle tragedie che su strada coinvolgono i motociclisti>>. Non è un concetto facile da digerire, perché ti mette davanti alla tua fragilità,  ma al contempo e fortissimo e ti fa capire che tu sei perno fondamentale della tua sicurezza, e che le “colpe” non sono solo degli altri.


- Filmato GSSS Special Day 3 -

A questo punto vi dovrei raccontare per filo e per segno il corso, e non è cosa facile tradurre a parole un’esperienza unica (e sarà “unica” anche se la rifarete 100 volte). Vi posso dire però che siamo fortu/sfortunati. Sfortunati perché il tempo è stato inclemente e ci ha regalato momenti di pioggia davvero notevoli, ma trovo la fortuna anche in questo tempaccio, perché capisci quanto serva guidare in sicurezza in situazioni potenzialmente pericolose come l’asfalto abbondantemente “irrigato di pioggia”;  corpo che si muove con perizia, moto che percorre la curva con poca inclinazione, lontano dai punti pericolosi e potenzialmente scivolosi. E quando ti dico che guidavo un Monster 1200R con gomme supercorsa….beh credimi io e il monstro ci siamo destreggiati anche se la spalla della gomma è praticamente slick. La verità vera è che è un corso “da fare” e da “provare” più che da raccontare, come dimostra la “viva voce”  di alcuni miei compagni di corso che vi riporto in queste brevi interviste.


- FilmatoGSSS Special Le impressioni - 

Un ultima nota lo merita il gruppo, davvero eterogeno sia come età anagrafica che come anni in sella, per non parlare poi delle moto, dalle iper sportive, alle nude, alle enduro stradali. Qui si impara senza frontiere ne integralismi.  

Concludendo…hai già fatto un corso GSSS? No? Allora guarda questo link
Lo hai già fatto? Concediti lo special. Te lo devi !!!!

GSSS Special by Curve&Tornanti approvato aMotoMio

Abbigliamento del Corso: Giacca Alpinestars, Pantaloni Macna, Stivali TCX, Scasco LS2 Vector, Guanti OJ, Intimo Sixs

aMotoMio ringrazia:

Tutto lo staff di Curve&Tornanti
I compagni di corso per la pazienza
Ducati per "la" Monster utilizzata per il corso
Sena Bluetooth

Fagna

 Gallery: