Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.

Il VerdONE - Avventure di un Super Bravo - Scritto da voi

Il VerdONE è un Piaggio Superbravo cross recuperato da una cascina vicino a Maranello nel 2013 per 70 euro cercato e voluto per essere il compagno delle Monferraglie.
Da allora mi ha seguito e accompagnato in tre anni di manifestazioni legate alla Monferraglia e per oltre 1000 km, percorsi da quando è tra le mie mani.


E così come si usava una volta per il Totocalcio ecco il VerdONE che ha fatto 13.
1) Ed ecco con le cure del caso che si arriva alla prima Monfa  Uain 2013 il martedì gonfiato, le gomme
sembra tutto ok, e Lui dopo 10 minuti si fa sentire con un botto. Lo pneumatico anteriore a brandelli.
Un bel paio di scarpe nuove e si parte per la sua prima “Monfa “, peccato che, circa a metà, si ammutolisce; la marmitta è piena... niente paura, martello, cacciavite e via ... verso l’arrivo.

2) Ci si prepara per la Uinter dello stesso anno, spese folli; marmitta record usata e cilindro dr nuovo. Tema della manifestazione “Il cappotto”, chiedo a mio papa un suo vecchio cappotto, ride quando gli spiego a cosa serve, il suo ultimo sorriso. A Lurisia c’era la neve, faceva freddo ma terminiamo il percorso sudati, indimenticabile giornata, la seconda per il Super Bravo.



3) Arriva il 2014 e la Spring di Casale con dieci ferri per il nostro team oltre al mio Super Bravo, una confusione infernale, per fortuna lui il VerdONE non perde un colpo.  Viene sostituita, però la marmitta con una omologata Proma per essere conforme al codice della strada.

4) Alla Nait di Cerrina del 2014 andiamo in tre, un Si decide di variare il percorso perdendosi, lo ritroviamo dopo 5 km in panne, lo traino fino a un incrocio, dove trova un passaggio per il rientro. In due si proseguiamo fino al ristoro. Mangi bevi e riparti, tuta tornanti e ginocchio per terra con botto finale, ultimi 5 km li affrontiamo entrambi malconci ma siamo all’arrivo.

5) Uain di Bazzano, sempre in tre con una new entry: percorso abbastanza duro con possibilità di scegliere, il novello decide per il soft, noi invece insistiamo e dopo pochi km… ops… una sfera, un’altra e con molto gioco sul canotto si termina anche questa Monferraglia.

6) Arriva di nuovo la Uinter, l’abbigliamento è confermato, il solito cappotto, sempre Lurisia senza neve, però pioviggina, ma non ci ferma, la musica del piccolo due tempi forte fino a 10 km dalla fine, dove un compagno rompe il collettore. E’ ancora il VerdONE, inarrestabile, che lancia la corda e lo porta fino al furgone.

7) Nel 2015 Spring, appuntamento classico, nuovi componenti del gruppo MAI-A-LET per l’avventura di Pecetto con il suo sempre bel percorso. Molte problematiche meccaniche da parte dei compagni ma il VerdONE non molla, lui va fino in fondo.  

8) Prima della Nait nell’utilizzo quotidiano arriva la grippatura causa errato rifornimento, obbligatoria quindi, rettifica e sostituzione pistone, cuscinetti e lavorazione albero.
Così preparato alla Nait lui va come un mulo ma è il suo conduttore ad avere problemi con la spalla si sceglie il rientro veloce, scortati da un pik up .

9) La MonferRosa è alle porte e così qualcuno si accinge ha preparare il mezzo per la moglie, alla prima Monfa rosa si deve però, partecipare con un mezzo affidabile e così il Verdone viene prestato. Non c’è dubbio sulla puntualità si parte con mezzora di ritardo e tutto di un fiato la si porta a termine.



10 ) EPIC RISE 2015 Lui non era previsto, era presente mezzo da paddock viene portato alla Red Bull Epic Rice, alla vista della salita il SI del Garage aMotoMio si rifiuta di partire ed ecco che il VerdONE lo sostituisce e permette a Flap una dignitosa figura.

11) Torna la Uinter a Casteggio, andiamo in due di sabato altri cinque ci raggiungono domenica. La pioggia ci accompagna alla partenza ma si va via veloci fino in cima alla costa Pelata, dove diluvia, vento, fango, fulmini, quindici minuti da brivido. Ritorniamo indietro di 100 mt.  Arriva Hans che ci fa variare il percorso e li devo trainare un boxer fino a due km da Casteggio mi fermo per cercare la strada e il Super Bravo non riparte più. Arrivato al furgone pulendolo per caricarlo mi accorgo dell’alzavalvola bloccato dal fango, una pedalata ed eccolo suonare ancora, bastava pensarci.

12) il 2016 inizia con la partecipazione alla classica Spring di Casale dal meteo incerto, anche se dopo un’ora spunta il sole a colorare le colline.
Un grippaggio di un socio rallenta la passeggiata. Giunti alla vista di Casale il VerdONE si ferma senza carburante ma la provvidenziale, lunga discesa risolve tutto.



13) La Uinter di Ceva del 2016 mi vede solo per le coincidenze con vari impegni dei compagni.
Ok lo metto in macchina e via si procede senza fermate per aspettare i compagni, una foto ricordo e via fino al cimitero, poi il ristoro giusto qualche biscotto col te. Si riparte tutto liscio fino a una salita bianca dove ecco ancora le sfere del canotto che escono poi nel castagneto, si blocca lo sterzo, si procede con prudenza si salta la hard e si arriva in fondo. Pranzo, qualche saluto e via 3 ore di strada piene di ricordi emozioni e sogni per il futuro.

E tempo di pensare al 2017, sempre con il fedele e affidabile compagno bravo anzi no perché il VerdONE è un Super Bravo.

GALLERY



Angelo Cozzi

Se volete raccontare qualcosa anche voi potete sottoporci il vostro articolo con queste modalità.
SCRITTI DA VOI