Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.

Moto di Carta

Così tornando dall’edicola mi trovo tra le mani tre riviste che parlano di moto, forse anacronistico in un mondo virtuale, eppure quei fogli stampati e rilegati fanno parte di una delle mie abitudini e dei miei piaceri.
Sembra strano per chi scrive sul web dichiarare di amare la carta, eppure è così.


Del resto abbiamo scritto due libri, naturalmente in versione cartacea!
Non sono mai riuscito a leggere un libro su un monitor o su uno schermo, amo sfogliare le pagine, sentirne l’odore, lo spessore della carta e poi vedere libri e riviste, quelle preferite, ben allineati sugli scaffali.
Certo lo spazio alla fine scarseggia e si è costretti a spostarne una parte nel box in ben ordinati scatoloni, non vorrete mica portarli in discarica.
Dicevo che amo la carta e leggere, abitudine di anni quando ancora il computer era quasi fantascienza per i comuni mortali e le moto potevano essere conosciute attraverso le riviste specializzate e qualche trasmissione televisiva.
Così negli anni sono passate tra le mani tante riviste, capaci di aiutarmi a scegliere la moto a farmi sognare viaggi avventurosi, consigliarmi abbigliamento e accessori o semplicemente darmi il piacere di leggere di moto.
Ora ho davanti a me l’ultimo numero di tre mensili, in ordine alfabetico, Ferro, Motociclismo e Riders, che ognuno con qualcosa che mi lega a loro più che ad altre pubblicazioni del settore.
Ognuno con una sua storia (Questa volta in ordine d'età), più o meno lunga, e trascorsi che li hanno visti cambiare, crescere, evolversi o involversi.



MOTOCICLISMO è, senza dubbio il più famoso, storico e longevo. Ho cominciato al leggerlo nel 1984, quando stavo avvicinando, in età motociclisticamente avanzata, al mondo moto e volevo scegliere la mia prima moto.
Allora era indiscutibilmente un punto di riferimento, quasi un testo Sacro, per i motociclisti.
Prove e servizi di altissima qualità, esclusivi e con tanta tecnica, caratteristiche che la concorrenza faticava a imitare.
Li ho ancora tutti nel box, fino al 2014, quando ho smesso di acquistarlo. Era un po’ di tempo che aveva smesso di piacermi, comprarlo era quasi un’abitudine, non trovavo più quell’essere diverso, “Speciale”, probabilmente i fasti di un tempo e la pigrizia nei cambiamenti avevano fatto perdere lo smalto.
Una lenta eutanasia che mi ha allontanato, fino a  che la curiosità mi ha spinto a dargli un’altra possibilità.
Giusto un anno fa. Un Motociclismo diverso, più moderno, evoluto che punta meno sulla sua autorità acquisita ma da spazio al Motociclista, lo coinvolge, le pagine di turismo crescono e i servizi sono più a portata di tutti.
Ritornano belle foto e pezzi ben scritti, una piccola rinascita che è ancora in atto, puntando su giovani, sia redattori sia pubblico.
Bentornato Motociclismo.



RIDERS, ricordo l’uscita del primo numero, settembre 2007, un’idea di Roberto Ungaro e un’interpretazione trasversale del periodico a tema motociclistico.
La moto come scusa, come contorno eppure nello stesso tempo essenza in servizi che sono più Life Style che veramente motociclistici.
Doppio cambio di editore durante la sua vita e in seguito anche di direttore.
Dopo otto anni, con il numero 87 Ungaro lascia le redini a Luca Delli Carri, a me noto e apprezzato come scrittore, che prova a cambiare, lo rende più raffinato ed elegante, più a tema moto, un RIDERS uguale ma diverso.
I primi numeri della gestione Delli Carri non hanno ancora una definizione certa, quella che invece si nota dopo il quarto numero.
Eppure dopo un anno, undici uscite, ecco di nuovo il cambiamento e con il numero ora tra le mie mani la firma da direttore passa a Moreno Pisto.
Lo ricordo in una visita alla redazione di RIDERS di vecchia data, ma, di fatto, la conoscenza si ferma li, però c’era quando è nato RIDERS, è stato direttore per il numero 88, quello del primo passaggio del testimone, quindi conosce bene l’idea originale a cui ora prova a dare il suo taglio personale per rendere “Nuovo” e attuale una rivista atipica nata ben dieci anni fa.
Se ci riuscirà, lo scopriremo solo leggendo.



FERRO, duro come il ferro è la caparbietà e la forza di volontà di Fabio Cormio.
L’ho conosciuto quando era vicedirettore di Cafè Racer su cui ho avuto il piacere di tenere una piccola rubrica, cessata poi con la chiusura della rivista….giuro che non è stata colpa mia.
Fabio così si è inventato un giornale, diventando lui editore, direttore, giornalista, addetto stampa ecc.
Una fatica immane, con l’aiuto della moglie e di validi collaboratori che hanno permesso a FERRO di esordire al MBE di Verona nel febbraio 2015.
C’eravamo anche noi su quel numero con un articolo test, quindi normale l’affetto verso una rivista che ha avuto il coraggio di darci spazio.
Una rivista di settore indubbiamente, anche se vuole allargare il panorama di fatto, fa suo il settore delle Special e Cafè Racer, oltre del loro mondo.
Una svolta il passaggio, dal numero 16, sotto l’ala di LIFT Edizioni, stesso editore di SUPERBIKE, che da maggiore energia e slancio, sempre con l’ottima direzione di Fabio.
Nuovo formato, copertina e grafica più raffinata e di pregio, ma anche un aumento del prezzo di copertina che sale al non invidiabile record di € 6,00, un prezzo da appassionati o inguaribili romantici.
FERRO che ora è al numero 23 e al terzo anno di vita e di arrugginire non ha nessuna voglia.

Ora che ho scritto di queste riviste è ora di leggerle con la solita curiosità, sapendo che in ognuna troverò cose che mi piaceranno e altre meno, come sempre, ma del resto il bello dei gusti personali è proprio questo.

Flap



Qualche numero:
FERRO
Editore: LIFT Edizioni
Anno di nascita: Febbraio 2015
Numeri usciti: 23
Pagine (Circa): 125
Prezzo di copertina € 6,00

MOTOCICLISMO
Editore: Edisport
Anno di nascita: maggio 2014
Numeri usciti: 2744
Pagine (Circa): 310
Prezzo di copertina € 5,00

RIDERS
Editore: Milano Fashion Library
Anno di nascita: Settembre 2007
Numeri usciti: 101
Pagine (Circa): 150
Prezzo di copertina € 3,50