Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.

Clover Tazio – Test aMotoMio.it

Arriva la bella stagione e la voglia di guanti leggeri cresce, magari traforati e, poiché anche l’occhio vuole la sua parte, belli.
Anche quando fa caldo, non riusciamo a rinunciare ad avere le mani protette e quindi siamo sempre alla ricerca di guanti che possano essere il giusto compromesso tra leggerezza, ventilazione e protezione.


Questi guanti Tazio di Clover sembrano rispondere a queste caratteristiche e in oltre hanno un bel look vintage che sicuramente sarà apprezzato dagli amanti delle moto Classiche, Special e Cafè Racer.
Belli quindi ma anche di ottima qualità che si percepisce fin da subito per la morbidezza della pelle ovina con cui sono prodotti.
Pelle ventilata sul dorso e sulle dita per garantire mani fresche e asciutte anche quando il caldo si fa intenso.



La chiusura al polso è garantita da un soffietto elasticizzato e da un cinturino con velcro per trovare la giusta tensione e nello stesso tempo evitare lo sfilamento involontario del guanto.
Fascia la mano in maniera completa senza comprimerla; controllate la taglia poiché tende a vestire un po’ largo rispetto alle solite misure.
Perfetta la sensibilità sui comandi e anche manovrare apparecchiature tecnologiche, navigatori, interfoni o telefoni non è un problema grazie agli inserti Touch-screen compatibili per l’uso dei moderni smartphone.


Per la sicurezza sono presenti delle leggere imbottiture su nocche, palmo e dita, forse poco rispetto alle protezioni cui siamo abituati da altri prodotti di Clover, ma bisogna sicuramente tenere conto del segmento a cui sono indirizzati, spesso intollerante alle moderne ed evolute protezioni in carbonio.
Ad ogni modo, infinitamente meglio di girare senza guanti.

Tutta la gamma sul sito Clover

Grazie a Carlo Flaminio per le foto

GALLERY

Flap