Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.

Giù da Gara -10 anni di MotoGP

"Il cibo per la mente"

Mi piacciono i libri, dopo le moto e un’altra scontatissima cosa vengono loro.
Leggo di tutto, soprattutto romanzi, ma anche libri di e con moto, non manuali tecnici, raramente libri di viaggi, poche biografie di Piloti, preferisco libri in cui la Moto è magari un pretesto, un contorno, una presenza forte per sottolineare una storia o un’emozione, magari semplicemente un bel libro per raccontare della nostra passione e del modo di vivere questo straordinario mondo su due ruote.

Non li cerco, capitano così, per caso, basta una recensione letta chissà dove, una copertina che ti guarda dalla libreria o un titolo ed ecco che a breve quel testo finisce in libreria, in “posteggio” in attesa che sia caldo e pronto per essere letto.
Così è stato per “Giù da gara -10 anni di MotoGP”.
Mi ha incontrato all’Eicma e il fatto che i proventi vadano a un’associazione benefica, si stato scritto da personaggi che nella maggior parte ammiro, molti semplicemente non li conosco, ma che soprattutto raccontino la storia di dieci anni di Italia 1 mi ha convinto.
Italia 1 che ci ha fatto sognare con le immagini in diretta della Parigi - Dakar, quella vera, e poi appunto da dieci anni racconta e da spazio al Mondiale velocità che altrimenti sarebbe finito annegato nel palinsesto frustrante delle reti Nazionali.
Alla fine mi ha “Chiamato” dalla libreria, era pronto, era il suo momento.
Sedici racconti di questi dieci anni scritti da altrettanti autori, giornalisti, telecronisti opinionisti, insomma tutti quelli che fanno parte del mondo Sport Mediaset che si occupa di due ruote a motore.
Racconti piacevoli, non tutti scorrevoli ma tutti carichi d’immagini e di ricordi condivisi, qualcuno serioso, altri più leggeri, si parla di moto, di piloti, di Donne, di Paddock e del suo mondo, insomma di Mondiale.



Molto Valentino Rossi che di questi 10 anni è stato il protagonista, raccontato soprattutto da chi, Guido Meda, stravede per lui in piedi sul divano.
E giù aneddoti, curiosità raccontate di getto, da gente che le ha vissute davvero, qualcuno che si è improvvisato narratore, Loris Reggiani ad esempio, e ci riesce bene, qualcuno che conferma la piacevolezza e la sagacia dei suoi scritti, penso a Nico Cereghini di cui se non si capisse sono un fervido ammiratore.
Un libro alla fine facile, che può essere letto a puntate, come i suoi capitoli, lasciandosi trasportare dai ricordi.
Ricordi che diventano dolorosi quando nel capitolo “Conti in nero” Anna Capella racconta del triste tributo che questo sport richiede.
Tributo cui manca Marco Simoncelli tragicamente scomparso quando ormai il libro era già in vendita da qualche mese, tristezza che aumenta quando in molti racconti si legge di lui e delle sue speranze e del futuro, soprattutto quando a parlarne è un Paolo Beltramo che ha condiviso con il pilota Romagnolo molti momenti della sua purtroppo troppo breve presenza nel Circus.



Oppure capitoli che rilanciano il mondiale al femminile, testimoniando la preziosa e indispensabile presenza in un mondo che rimane in fondo maschilista, come in altri, altrettanto gustosi, ricchi di curiosità.
Un libro insomma piacevolmente nostalgico che piacerà a chi ha vissuto questi dieci anni di MotoGP, non eccezionale un capolavoro, ma da mettere in libreria anche solo per il fatto che, anche in questo caso, la Moto fa Bene………

Flap


Giù da Gara 10 anni di MotoGP
AAVV
Ed. Fivestore
Ago. 2011 Pag. 192

I proventi del libro saranno devoluti a Mediafriends Onlus, che erogherà l’intera cifra a Canguro Flight Aid.

Alcune foto dell’articolo recuperate nel web, qualora qualcuno ritenesse il diritto di rimozione può scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. provvederemo immediatamente.