Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie.

MotoGP Le Mans Maverick Vinales
MotoGP Le Mans: vince Vinales, Rossi capolavoro mancato

Una grande delusione quella andata in scena all'ultimo giro della gara MotoGP a Le Mans, con Valentino Rossi che dopo una gara capolavoro non ha finalizzato la sua opera lasciando la M1 sull'asfalto. Vince Maverick Vinales che salta la staccionata e si porta in testa al mondiale creando il primo distacco in campionato.


I due avversari per terra, non poteva essere migliore la Domenica di Maverick Vinales, che dopo la pessima gara di Jerez, torna con tutto lo squadrone Yamaha a primeggiare. Ma la grande notizia è che a poche curve dal termine era qualche punto dietro al compagno di squadra, che stava per scrivere la storia di Yamaha nel mondo delle corse vincendo il 500° GP, mentre alla bandiera a scacchi ha potuto festeggiare un bel gruzzolo di punti di distacco dagli avversari, Rossi compreso. Nella concitazione del gran finale Valentino Rossi perde la sua stoica freddezza, e con due errori lascia firmare il record al compagno di squadra.

MotoGP Le Mans 1

Gara che parte con tre Yamaha in prima fila e le Honda a inseguire, al termine del primo giro, dopo un po' di bagarre, sono Zarco, Vinales e Valentino a passare davanti al traguardo per primi, al loro inseguimento c'è Marc Marquez. Un trenino che nonostante i tira e molla dei tre, resteranno così per 6 giri. E' ancora Zarco a sorprendere tutti, ormai è chiaro che il francese di manico ne ha tanto, l'utilizzo della Yamaha M1 2016 non lo impensierisce più di tanto, sfruttando il vantaggio di poter indossare le morbide portandole quasi fino a gara.

Dal 7° giro è Vinales quindi a tirare il gruppetto, il soprasso però non gli regala tranquillità, perchè Zarco e Valentino, che non riesce ad imitare il compagno, non lo mollano. Nel frattempo sembra che Marquez ne abbia per tornare con il gruppo di testa, e insieme a lui arriva di nuovo Daniel Pedrosa, che sembra intenzionato a bissare la bella performance di Jerez. Sarà la pressione, sarà forse che Honda gira al limite a Le Mans, ma al 17° giro Mark finisce nella ghiaia e termina la gara.

MotoGP Le Mans 2

Davanti invece dopo una fase centrale della gara dove Valentino sembrava faticare a tenere il ritmo, arriva un cambio di ritmo. Il pesarese gira veloce, recupera piano piano decimi e al giro 22 passa Zarco, in modo imperativo, senza possibilità di risposta. Accelera subito, lascia Zarco e rincorre Vinales. Sembra difficile pensare che Rossi trovi il modo di passare il compagno, lo spazio è poco, Vinales stacca profondo e protegge le traiettorie. Ma a tre giri dal termine succede l'impensaile. Rossi infila Vinales, tiene la traiettoria e nel cambio di direzione resta davanti. Vinales intontito perde metri e sembra che Rossi ne abbia davvero di più, ma è una sensazione che dura poche curve. Vinales ha un diavolo per capello, stacca profondo all'inverosimile, curva dopo curva mangia metri fino a quando è di nuovo alle spalle di Rossi, la lotta ricomincia.

Valentino protegge tutte le staccate, tutte le traiettorie e guida pulito, Maverick prova a trovare la staccata giusta. Ma alla curva sei dell'ultimo giro, quando tutto pareva una questione di buona difesa, Rossi sotto pressione va largo. Maverick passa e Rossi si accoda. Non è ancora finita, ma è il tempo solo di un pensiero, poi Rossi scivola e un capolavoro si dissolve. Maverick incassa per Yamaha la 500^ vittoria, mentre Rossi resta a guardare sconsolato. Dietro arriva un miracoloso Zarco e un Dani Pedrosa che conferma il momento di forma.

MotoGP Le Mans 3

Dietro la bagarre più interessante è stata quella tra Dovizioso, Cruchlow e Dani Pedrosa, con Dani che ad un certo punto abbandona la compagnia e il Dovi che difende con le unghie e i denti una miracolosa 4^ piazza. Finale meno amaro anche per Jorge Lorenzo, che dopo un week end disastroso acchiappa la 6°, ricostruendo un week end tutto sommato positivo per Ducati. Disastro Suzuki invece, con un Andrea Iannone in grande difficoltà che chiude solo 10°.

Campionato che parla di Maverick Vinales, anche se non è netta supremazia, la caduta di Rossi ha un po' falsato i valori in campo, ma queste sono le gare.

Non resta che appellarci al tempio del Mugello, dove tra xxx settimane approderà il motomondiale. Nel frattempo godiamoci le due gare di Donington con la Superbike, nell'attesa che qualcuno metta le ganasce alla Kawasaki per modificare artificiosamente il verdetto della pista.

Wolf

Risultati e classifiche